Blog: http://theROCK.ilcannocchiale.it

Io non mi sento italiano!

 

“Vorrei che questa assemblea potesse idealmente svolgersi a Marzabotto: anche lì è nata la nostra Costituzione.” Basta poco per capire in quale clima culturale ci troviamo. A meno di una settimana di distanza dalle affermazioni del Presidente Ciampi (“La costituzione è la mia Bibbia laica, nei momenti difficili mi fermo a meditare su di essa”) ecco che il neo-eletto Presidente della Camera, Fausto Bertinotti, rilancia un’affermazione alquanto improbabile.

Non mi interessa fare il moralizzatore di Bertinotti. Ma se si deve ridurre l’Italia al paese degli operai e della resistenza  allora non ci sto.

 Se è vero che il 25 aprile è una data importante nella rinascita del nostro paese, non è altrettanto vero l’assioma italiano=antifascista.  Se, a ragione, si ripudia il fascismo,totalitarismo imperfetto, tanto più si ripudieranno le altre ideologie, quindi iniziamo a ricordare i DANNI causati dal comunismo!

A quanto pare l’antifascismo è un valore. Mi chiedo: l’anticomunismo no?

Le svastiche non vanno esposte, le bandiere falce e martello invece possono sventolare. E perché?

Il passato avrà pure insegnato qualcosa! E invece no. È bene ricordarlo per le presunte nefandezze della storia della Chiesa, ma mai quando interessa da vicino il partito o la poltrona.

Come può un popolo prescindere dal proprio passato e, per volontà della classe politica, ricordare solo ciò che più fa comodo?

 

Ricordiamo Marzabotto, ma non solo allora… E non per par-condicio! È una questione di sensibilità verso tutti gli italiani.  Perché inculcare a viva forza che il valore che ci unisce, ricordato nei soliti discorsetti  più o meno retorici, è l’antifascismo, la resistenza al Duce e via dicendo?

O magari è la Costituzione a unirci! Mi chiedo come faccia..

 

Sono d’accordo con Mario Cervi quando afferma che non si può ridurre la storia d’Italia a due date

confinate nel giro di due anni (8 settembre 1943- 25 aprile 1945) e dimenticare il prima e il dopo. Fosse solo così allora non mi sentirei italiano.

 

Siamo italiani, ma cosa ci unisce?

 

Pubblicato il 1/5/2006 alle 19.7 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web